Collettore Scarico Renault 5 Gt Turbo

Collettore Scarico Renault 5 Gt Turbo collettore scarico renault 5 gt turbo

mar - Collettore scarico Renault 5 Gt Turbo al prezzo di ,92 € Euro. Collettore di scarico saldato interamente a tig e realizzato completamente in. RENAULT 5 GT TURBO USATO ORIGINALE standard collettore di aspirazione fase 2. Ricondizionato. EUR 28,62; +EUR 17,17 spedizione. Collettore scarico acciaio Renault 5 Gt Turbo. ,92 €. ,73 € Risparmia il 15%. Tasse incluse Solitamente spedito in 24 ore. Collettore di scarico saldato. 3-mar - Collettore scarico acciaio Renault 5 Gt Turbo al prezzo di ,​92 € Euro. Collettore di scarico saldato a tig e realizzato in acciaio inox. Collettori di aspirazione e scarico per Renault 5 GT Turbo - Se avete una Renault 5 GT Turbo e siete interessati ad operare una modifica dei.

Nome: collettore scarico renault 5 gt turbo
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 18.49 Megabytes

Lavorare la testata: Premessa: Questa è solo una sintetica guida derivante dalla mia esperienza personale che vi illustrerà una serie di operazioni basilari come la lucidatura dei condotti di aspirazione e di scarico della testata, dei collettori, lievi aggiustamenti inerenti le forme degli stessi e una sorta di manutenzione per le valvole senza la necessità di acquistare particolari attrezzature.

Chiaramente se siete alla ricerca di potenze elevate, questo tipo di intervento non è assolutamente sufficiente, ma, oltre a particolari e costose lavorazioni che non verranno neppure descritte poiché l'obiettivo di questa guida è illustrare interventi 'fai da te', bisognerebbe adottare dei componenti speciali come valvole più grandi, riprofilatura dei condotti della testata e dei collettori, albero a camme di diverso profilo ecc Attenzione: Ricordo che gli interventi che effettuate alla vostra auto sono unicamente sotto la vostra responsabilità.

Non mi assumo quindi alcuna responsabilità derivante dall'uso delle informazioni contenute all'interno di queste pagine e dell'intero sito. La lavorazione della testata: Prima di tutto occorrerà rimuovere la testata , poi si procederà alla rimozione dei suoi particolari: rimozione del collettore di aspirazione e di scarico, della pompa dell'acqua e della basetta metallica dall'altro lato della testata, rimozione delle molle di richiamo valvole.

Collettori di aspirazione e scarico per Renault 5 GT Turbo

Ricordate che detonazioni e preaccenzioni sono sempre in agguato!! Al Renault 5 GT Turbo, sul coperchio del filtro dell'aria arrivano due tubazioni: una dalla mascherina anteriore per pescare aria fresca, l'altra va' a pescare aria molto calda da sotto la turbina con un'apposita staffa fissata sul cambio. A "decidere" da quale tubazione deve essere presa l'aria c'è uno sportello che ostruisce o l'una o l'altra tubazione, comandato nei modelli di GT Turbo meno recenti da un termostato ad estensione, nei modelli più recenti c'è una piccola e malleabile molla che per depressione nel condotto di aspirazione "lascia" aprire lo sportello dell'aria fresca.

Cosa dobbiamo fare?

SPORTS EXHAUST Systems

Ecco la risposta: Se vogliamo conservare il sistema originale possiamo limitarci a controllare che il funzionamento del termostato appunto nel caso del termostato sia corretto, per farlo basta smontare il coperchi e scaldare la capsula con un asciugacapelli controllando con un termometro le temperature.

Nel caso di comando a molla basta vedere che il flap si muove liberamente facendolo aprire con le dita dalla levetta di comando su cui è ancorata la molla.

Se vogliamo migliorare l'aspirazione dell'auto, visto che il clima Italiano è molto mite si potrebbero adottare tre soluzioni diverse: Bloccare lo sportello aperto sulla presa d'aria fresca. Rimuovere lo sportello. Il problema di questa soluzione è che il filtro verrebbe a trovarsi chiuso nel vano motore dietro all'intercooler, pescando quindi aria molto calda.

Dobbiamo cercare di tenere più bassa possibile la temperatura dell'aria in aspirazione, che dopo essere stata compressa dalla girante del compressore aumenta notevolmente.

E' per questo che viene usato l'intercooler, un radiatore aria-aria che raffredda l'aria prima che venga 'spinta' nel motore.

COLLETTORE IN INOX PER RENAULT 5 GT TURBO

A causa della vendita della GT Turbo anche in paesi molto freddi, ci troviamo nuovamente alle prese con un termostato, che all'interno dello stesso intercooler parte superiore , comanda uno sportello che apre e chiude un by-pass allo stesso intercooler: aria eccessivamente fredda by-pass aperto e radiatore intercooler escluso come se non esistesse, mentre se l'aria è abbastanza calda c'è una chiusura del by-pass con conseguente passaggio dell'aria tramite il radiatore con conseguente raffreddamento.

La soluzione?! A tale proposito abbiate cura di ripulire i depositi carboniosi sulle sedi valvole presenti in modo particolare dietro la valvola, ed i depositi carboniosi nella camera di scoppio: questi vanno prima raschiati via con un cacciavite, poi la zona andrà carteggiata con tela abrasiva fina.

Con lo stesso metodo andranno ripuliti anche i guida valvola sempre prestando molta attenzione. Non lasciatevi tentare dall'idea di allargare i condotti di scarico della testata e del collettore poiché verrebbe rallentata la velocità dei gas che debbono raggiungere invece la girante della turbina con la massima energia.

Collettore scarico acciaio Renault 5 Gt 1.4 Turbo

I tubi di grande diametro come già spiegato nella sessione scarico, vanno utilizzati dopo la turbina!!! Le superfici da lucidare a specchio sarebbero la camera di scoppio, le valvole ed il cielo dei pistoni nel caso abbiate avuto bisogno di smontare anche quelli.

Questa operazione ridurrebbe in modo considerevole i trasferimenti di temperatura, aumentando il rendimento del propulsore. Un'altra cosa che va curata è la guarnizione dei collettori. Occorrerà intervenire sui fori della guarnizione che in genere non sono mai perfettamente allineati con le luci dei condotti di aspirazione, mentre per lo scarico i fori della guarnizione sono più grandi e non presentano problemi.

Re: elaborare renault 5 gt turbo

L'intervento consiste nel riprofilare i suddetti fori alla stessa grandezza dei condotti di aspirazione e non più grandi: posizionare quindi la guarnizione sulla testata, segnare le parti sporgenti nei condotti di aspirazione ed asportare con una lima curando poi le rifiniture con tela abrasiva.

Per quanto riguarda il trattamento da riservare ai collettori di aspirazione e di scarico, possiamo limitarci ad una lucidatura uniforme eseguita con le stesse modalità di quella eseguita sui condotti della testata.

Volendo intervenire in modo consistente la soluzione migliore portafogli permettendo sarebbe acquistare direttamente collettori speciali studiati appositamente per offrire il massimo delle prestazioni raggiungibili. Sulla GT Turbo questa verifica non è comunque possibile.

Le valvole: A questo punto concentriamo la nostra attenzione sulle valvole: innanzi tutto verificare che nessuna di queste sia piegata, in tal caso andrà sostituita con una nuova. Per la loro pulizia avvolgete intorno al gambo del nastro adesivo gommato spesso per evitare danneggiamenti applicandolo poi ad un trapano ed usando della finissima tela abrasiva per la rimozione dei depositi carboniosi.

Attenzione a non rovinare o piegare il gambo della valvola!!. Terminata l'operazione con la tela abrasiva, con lo stesso sistema si procederà alla loro lucidatura usando un panno morbido e della pasta abrasiva. Questo non ottimizzerà ulteriormente il flusso dei gas, ma ridurrà i trasferimenti di temperatura. Infatti se la valvola non aderisce perfettamente alla propria sede si verificherà una perdita di compressione con inevitabile perdita di potenza, e bruciatura della sede valvola stessa.

Di seguito la procedura per ripristinare in modo ottimale le sedi delle valvole: ripulire accuratamente la testata ed i guida valvole, oliare il gambo della valvola e mettere del grasso dietro la testa a fungo della valvola per evitare che la pasta smeriglio vada a finire nel guida valvola.

Per le valvole di aspirazione usare un pasta smeriglio più fina rispetto a quella usata sulle valvole di scarico. Per verificare il lavoro eseguito ripulire la sede ed osservarla attentamente: questa si dovrebbe presentare bella grigia, senza tracce di bruciatura piccole macchie nere. Dopo aver rimontato valvole e molle, andrà verificata la loro tenuta nel modo seguente: avvitare e stringere le candele nelle loro sedi, girare la testata e poggiarla in posizione piana con le camere di scoppio rivolte verso l'alto, riempire le camere di scoppio di benzina.

Se non si verificano perdite ed infiltrazioni significa che abbiamo eseguito un buon lavoro, in caso contrario ripetere il lavoro.